Il decreto che accorcia le liste d'attesa
Il decreto che accorcia le liste d'attesa

In Italia esiste un decreto legislativo poco conosciuto, che darebbe la possibilità a milioni di italiani di accedere alle visite mediche in tempi brevi, senza aspettare le infinite liste d’attesa.

Il decreto legislativo 124 del 1998 infatti, consente ad un paziente malato di ricevere visite specialistiche nell’ambiente ospedaliero (intramoenia) da medici, fuori dall’orario di lavoro, sotto pagamento solo di un ticket basato sul reddito.

In realtà arrivato in ospedale il paziente si trova a dover affrontare una lunga attesa solo per sapere le date disponibili per una visita, per poi sentirsi dire che il primo esame disponibile è tra qualche mese o addirittura un anno.

Esiste un tempo massimo per il quale il Sistema sanitario deve garantire le visite mediche, ci sono infatti delle classi di priorità:

U, urgente: da eseguire entro 72 ore
B, breve: da eseguire entro 10 giorni
D, differibile: da eseguire entro 30 giorni per le visite o 60 per esami diagnostici
P, programmata

La classe che prenderemo di riferimento è la D, per la quale la legge fissa in 30 o 60 giorni il limite massimo per la visita. Molto spesso capita che questi tempi si allungano, per dare precedenza a pazienti con classe di priorità maggiore. Questo porta a ricorrere a visite mediche private, comportando un costo maggiore.

Allore ecco che entra in gioco il decreto legislativo 124 del 1998, il quale prevede che in caso la visita non venga eseguita nei tempi stabiliti dal Piano Nazionale il paziente avrà diritto ad una visita all’interno dell’ospedale, come fosse una visita privata, ovvero da medici fuori dell’orario di lavoro. La cosa importante è che il costo della visita rimane legato al ticket sanitario, grazie alle convenzioni che l’Asl stipula con i medici.

Per richiedere questa visita non bisogna rivolgersi al CUP, ma andrà presentata una richiesta in carta semplice al direttore generale dell’Asl di appartenenza riportando come oggetto “prestazione in regime di attività libero-professionale intramuraria”.

CategoriaListe di Attesa, News
Scrivi un commento

*

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

© 2016 - Check-Up di Santi Stefano & C. Sas - P.Iva 01547390466 | Crediti