Come riconoscere i disturbi dell’apprendimento
disturbi dell’apprendimento

DSA, acronimo di Disturbi Specifici dell’Apprendimento, un tema che interferisce sulla qualità della vita scolastica del bambino e sulla sua futura autonomia in ambito lavorativo. La figura che si occupa di riconoscere questo tipo di disturbo è lo psicologo, ma resta importante accorgersi di alcuni sintomi, in modo da poter intervenire il prima possibile con un percorso curativo efficace.

Come riconoscere la dislessia?
La dislessia si basa su una difficoltà di leggere in maniera rapida ed efficiente, ci sono alcuni sintomi che devono mettere in allarme: difficoltà nella comprensione di un testo semplice, lettura lenta, difficoltà ad imparare a memoria nozioni base, come ad esempio la sequenza di giorni e mesi.

Come riconoscere la disgrafia?
La disgrafia è invece il disturbo concretizzato sulla scrittura, i segnali per riconoscerla sono legati ai livelli di leggibilità dell’ortografia, senza rispettare linee o proporzioni delle lettere. Tra questi disturbi legati alla scrittura c’è anche la disortografia, riconoscibile tramite segnali come la difficoltà di scrivere in maniera spedita, tralasciando lettere, segni grafici come accenti o apostrofi o unendo parole tra loro.

Come riconoscere la discalculia?
Questo è un disturbo legato all’elaborazione del calcolo, sia a livello di procedimento che di traduzione grafica determinati processi. I segnali per riconoscerla sono prima di tutto il notare difficoltà nella lettura e scrittura dei numeri, difficoltà di memorizzazione di tabelline, oltre ai meccanismi di esecuzione sulle operazioni base di matematica.

Per ogni caso di disturbo gli interventi devono mirare sia il trattamento del disturbo specifico, attraverso operatori specializzati e programmi mirati, che l’organizzazione emotivo-relazionale.

CategoriaNews
Scrivi un commento

*

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

© 2016 - Check-Up di Santi Stefano & C. Sas - P.Iva 01547390466 | Crediti