check up lucca colesterolo

Conosciamo tutti questo amico/nemico del nostro organismo: il colesterolo, infatti, è comunemente distinto in buono e cattivo ma possiamo aggiungere altre sfaccettature per avere un quadro completo ed esatto del nostro stato di salute.

Nonostante il titolo dell’articolo di oggi sia un chiaro riferimento cinematografico, ciò che vogliamo evocare non ha a che fare con il grande classico di Sergio Leone, ma piuttosto con le quattro voci che andremo a sviscerare che chiudono il cerchio del cosiddetto “profilo sierolipidico”.

Con una semplice estrazione di sangue, le analisi che vengono effettuate servono a rilevare la concentrazione di grassi e lipidi presenti nella circolazione.

I lipidi (dal greco lipos = grasso) sono un gruppo eterogeneo di sostanze che hanno in comune un basso grado di solubilità in acqua. Sono invece solubili in solventi organici come il benzene, l’etere o il cloroformio.

Colesterolo e trigliceridi: quali valori?

Attraverso le analisi del profilo sierolipidico, è possibile prevenire eventuali malattie cardiovascolari causate dai depositi sulle pareti delle arterie che ostacolano il flusso sanguigno.

In particolare, i valori che si vanno a controllare e che vanno monitorati riguardando 4 voci:

  • trigliceridi, riferimento desiderabile al di sotto di 200;
  • colesterolo totale, valore di riferimento inferiore a 200;
  • colesterolo HDL, tra 45 e 80 per le donne e tra 35 e 90 per gli uomini;
  • colesterolo LDL, minore a 160.

Questi ultimi due sono i responsabili della conosciuta differenza tra “buono e cattivo” e ve lo spieghiamo brevemente e con semplicità. 

Il colesterolo viene veicolato all’interno del sangue da alcune proteine, chiamate lipoproteine, che si distinguono appunto in LDL (Low Density Lipoprotein) e HDL (High Density Lipoprotein).

Le prime (LDL) costituiscono il cosiddetto colesterolo cattivo perché sono responsabili del trasporto del colesterolo in eccesso dal fegato alle arterie, provocando la conseguente aterosclerosi, ossia il restringimento dei vasi, responsabile di infarti e ictus. Le HDL invece riguardano il nostro amico colesterolo buono perché permettono la rimozione del colesterolo dal sangue, a protezione di cuori e vasi sanguigni.

Mentre il colesterolo è in gran parte prodotto dal nostro organismo, i trigliceridi invece sono una tipologia di lipidi che il nostro organismo sintetizza dai grassi assunti tramite l’alimentazione. Fungono da riserva di energia che il nostro corpo conserva nel tessuto adiposo e in parte circola nel sangue.

Il nostro consiglio

L’aumento del livello di colesterolo plasmatico, chiamato ipercolesterolemia, se non per cause genetiche o ereditarie, può essere lenito o addirittura ovviato da una corretta alimentazione. Un piano alimentare corretto, infatti, è spesso la sola terapia (talvolta accompagnata da attività fisica e cure farmacologiche).

I cibi, dunque, che un esperto nutrizionista consiglia in genere sono:

  • Cereali e legumi: da 2 a 4 volte a settimana;
  • Verdura e frutta, almeno 2 porzioni al giorno;
  • Pesce azzurro di piccola taglia, 2/3 volte a settimana (1 volta in caso di molluschi e crostacei);
  • Pollame senza pelle e carni preferibilmente bianche, private del grasso visibile;
  • Olio EVO o anche di semi da prediligere a burro e strutto;
  • Insaccati, formaggi e uova da mangiare con moderazione e preferire il latte scremato.

Quelli sopra elencati sono solamente consigli generali, che devono essere ponderati a seconda delle abitudini, età e genetica di ciascuno, da un dottore nutrizionista.

Purtroppo, spesso, i valori fuori dai riferimenti di colesterolo e trigliceridi non comportano sintomi, se non in casi gravi; per questa ragione è fortemente consigliato il monitoraggio di tali valori ogni 4-6 mesi per ragioni di prevenzione.

 

Check Up

La tua salute al primo posto

 

Prenota il tuo pacchetto prevenzione chiamando il nostro centralino 0583 495482 (tasto 1) a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 13.00 oppure inviando una mail a laboratorio@checkupcenter.net.

CategoriaNews
Scrivi un commento

*

L’indirizzo email non verrà pubblicato.

© 2016 - Check-Up di Santi Stefano & C. Sas - P.Iva 01547390466 | Crediti